Tinte Naturali vs Tinte Chimiche
Un errore classico è quello di considerare le erbe (e miscele di erbe) tintorie alla stregua delle tinte chimiche. Eppure le due cose sono molto differenti, ecco le principali considerazioni sulle tinte naturali:

  • non schiariscono, a differenza delle tinte. Le erbe danno un velo di colore sul capello proprio perché lavorano per stratificazione, dunque interagiscono con il colore su cui si appoggiano. Le tinte chimiche invece lavorano dall’interno: annullano il colore di partenza del capello, svuotandolo per poi colorarlo.

  • non danno mai un colore piatto e innaturale. Esse giocano sul colore su cui si appoggiano. Se quindi lavorano sul bianco restituiranno fedelmente il pigmento delle piante, se lavorano sul capello già colorato il risultato sarà la somma tra il pigmento della pianta e quello di base del capello su cui si appoggiano.

  • non danno, generalmente, un castano scuro con una singola applicazione sul capello bianco, perché per arrivare da un bianco ad un marrone serve un’intensa stratificazione del colore. In quei casi sarà necessario un doppio passaggio.

  • sui capelli bianchi, se ben distribuiti, possono offrire un effetto di mèches di colore, che darà luminosità alla chioma e riflessi vividi e lucenti. In caso di zone ad alta concentrazione di bianchi invece il colore va considerato come una copertura per armonizzare il riflesso con il resto della chioma ed evitare l’effetto “macchia di colore”.

  • sul decolorato si ottiene il pieno potenziale tintorio, in quanto il capello decolorato presenta una squama aperta che tende a recepire molto velocemente ed intensamente il colore vegetale. Sul decolorato, quindi, vanno valutati tempi di posa più bassi, per evitare colori troppo intensi e forti.

  • sul capello permanentato o tinto possono dare colorazioni blande o a zone. Quindi prima di applicare una colorazione vegetale conviene sempre attendere 2-3 settimane prima e dopo la tinta chimica o la permanente.

  • La prova su una ciocca nascosta è la migliore soluzione prima di procedere con una colorazione con le erbe tintorie. In questo modo, provando prima su una piccola sezione, si potrà avere una previsione molto realistica del colore ottenibile con le piante scelte.

    Lascia un commento